RUSSO ROSARIO - LIBERO PROFESSIONISTA
Servizi e forniture: programmazione, progettazione ed esecuzione del contratto
Consultazione on line dell'Avcp

 

Concordo sull’attenzione posta riguardo il settore informatico, da intendersi nell’accezione più ampia di settore ICT (Information and Communication Technology).

E’ mia opinione, nonché di moltissimi colleghi, che i contratti pubblici per i lavori in questo settore abbiano un notevole impatto sociale e siano molto importanti per la sicurezza e la privacy dei cittadini nonché del Paese, sempre più esposto anche ai pericoli dell’Information Warfare, e che, considerata la loro delicatezza e complessità, debbano essere predisposti nel modo più accurato possibile, affinché il risultato finale sia ottimale sotto tutti i punti di vista.

A tal proposito ritengo che i lavori nel settore ICT debbano essere considerati ad un rango almeno pari a quello dei “lavori pubblici” piuttosto che a quello di “servizi e forniture”, e che quindi sia opportuno prevedere comunque per essi le seguenti fasi obbligatorie:
• progettazione a più livelli (preliminare, definitiva, esecutiva)
• direzione lavori con la garanzia che l’esecuzione sia conforme al progetto
• collaudo finale su quanto realizzato
• gestione ordinaria.

Le suddette fasi costituiscono la procedura classica dell’ingegneria e, affidate con le relative responsabilità a professionisti terzi iscritti al settore C dell’odine degli Ingegneri, forniscono attualmente le massime garanzie su qualità, sicurezza, affidabilità, facilità di gestione e costi contenuti in rapporto alla qualità e al TCO (Total Cost of Ownership).

Ritengo inoltre utile che si crei una funzione pubblica per la registrazione dei progetti ICT e dei responsabili delle singole fasi di cui sopra, in modo da creare una memoria storica pubblica, sia a scopo documentativo, sia come archivio d’esperienze consultabile liberamente per i lavori futuri.