AZIENDA OSPEDALIERA CARLO POMA DI MANTOVA
Servizi e forniture: programmazione, progettazione ed esecuzione del contratto
Consultazione on line dell'Avcp

Programmazione:

La DGR Regione Lombardia n. 2057 del 6/12/2011 “Regole di sistema 2012 allegato 3” (confermata dalla DGR n. 4334/12 “Regole di sistema 2013”) pone a carico delle  Aziende Sanitarie  specifica programmazione biennale delle procedure di acquisto (in forma aggregata e o, in via residuale, autonoma, che periodicamente  (con cadenza quadrimestrale) deve essere obbligatoriamente aggiornata  da quest’ultime.

Risulta problematico, nel campo sanitario,  prevedere una totale ed accurata  programmazione degli acquisti di beni e servizi. Le maggiori problematiche sono da ricondurre alla necessità di dover soddisfare svariate  esigenze, in particolare quelle di natura sanitaria, per le quali si riscontra, da parte degli operatori sanitari,  poca attenzione e comprensione  agli   aspetti ed adempimenti di natura burocratica. Inoltre il verificarsi di situazioni  imprevedibili  (cambio  di specialisti con la conseguente  variazione delle metodiche  aziendali  gia’ in uso,  cambiamenti  di  natura tecnologica e clinica) determinano la necessità di dover soddisfare, in termini di acquisti,  le  conseguenti richieste.

Si ritiene quindi che, l’introduzione dell’obbligatorietà della programmazione  degli acquisti di beni e servizi, in ambito sanitario,   possa determinare una  reale impossibilità  di soddisfare le esigenze di acquisti imprevisti specifici  del settore sanitario (dispositivi medici, diagnostici, farmaci) importanti per la salute del paziente.  Si sottolinea la fondatezza della facoltatività definita dall’art. 271, comma 1, del Regolamento di attuazione del Codice dei Contratti Pubblici.

Progettazione:

Le SS.AA.  prevedono nella documentazione di gara tutto quello che  potrebbe essere classificato e/o definito come  “progettazione” di gara  ed in particolare, prevedono altresì la disciplina  della modalità di esecuzione del contratto, i controlli, i costi, ecc..

Esecuzione:  Si precisa che quanto indicato nel documento di consultazione  è già previsto nella documentazione di gara.  Si sottolinea che  la standardizzazione dei compiti di controllo del DEC, in considerazione  delle differenti tipologie  di forniture di beni e servizi oggetto  degli appalti delle stazioni appaltanti, risulta inopportuna.

Penali: Trova condivisione che nell’ambito di applicazione delle penali debbano essere contemplate anche fattispecie diverse da quelle del  solo ritardo nell’adempimento, quali ad esempio  quelle  per  l’eventuale consegna di materiale di qualità inferiore a quanto proposto in sede di offerta, di materiale con difetti di produzione o con imballaggi non idonei ecc. Trova condivisione altresì  che nella documentazione di gara debbano essere individuati sia i casi di applicazione delle penali che il relativo procedimento per l’applicazione.

Si precisa comunque  che, quanto sopra,   viene gia inserito  nei Capitolati di quest’azienda Ospedaliera.

Immodificabilità del contratto. Le varianti:

Si ritiene  che i casi tassativi di varianti in corso di esecuzione così come previste dal Regolamento all’art. 311,  siano funzionali agli appalti di servizi e forniture. Si sottolinea l’importanza della possibilità di varianti nei casi in cui è possibile  realizzare un notevole miglioramento qualitativo delle prestazioni  erogate  a seguito dell’utilizzo  di tecnologie, materiali o altro,  che non esistevano al momento dell’espletamento della gara (affiancamento, aggiornamento tecnologico, ecc.).