DELIBERA n.104/2014: Soppressione  degli uffici di diretta collaborazione e disposizioni relative al personale

 

Premesso che  l’art. 19 del decreto legge 24 giugno 2014 n. 90 ha previsto la soppressione  dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e  forniture (AVCP) e la decadenza dei relativi organi;

Vista la  delibera n. 102/2014 “Attività  dell’A.N.AC. a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge 24 giugno 2014  n. 90  - Disposizioni urgenti per il  funzionamento”;

Vista la  delibera n. 75 del 13 maggio 2014, relativa alle modalità operative  dell’A.N.AC. nelle more del perfezionamento dell’iter per la nomina dei  restanti componenti il Collegio, alla quale si fa rinvio anche per l’adozione  degli atti già di competenza della soppressa AVCP;

Visto il  Regolamento di organizzazione della soppressa AVCP e in particolare gli  articoli 6, 12 e 19 relativi agli uffici di diretta collaborazione del  Presidente e dei Componenti del Consiglio;

Considerata la  natura fiduciaria delle attività che sono chiamate a svolgere le persone dei  suddetti uffici, nonché il diretto collegamento con l’organo decaduto a seguito  dell’entrata in vigore del decreto legge n. 90 citato;

Atteso che,  secondo le modalità organizzative adottate dall’attuale Presidenza e dal  Collegio di prossimo insediamento, per motivi di economicità e ottimizzazione  dell’utilizzo delle risorse, non risulta   opportuno avvalersi di uffici di diretta collaborazione;

Vista, pertanto,  la necessità, in attesa dell’adozione di specifici atti di organizzazione da  parte dell’Autorità nella sua composizione collegiale, di sopprimere i suddetti  uffici di diretta collaborazione,

                                  
DISPONE

Sono soppressi  gli uffici di diretta collaborazione del Presidente e dei Componenti del Consiglio,  decaduti a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge citato in premessa,  di cui agli artt.6, 12 e 19 del Regolamento di organizzazione della soppressa  AVCP e revocati i provvedimenti di attribuzione delle relative indennità.

Il Segretario  generale provvederà ad assegnare il personale degli uffici soppressi alle  direzioni in cui è attualmente articolata la soppressa Autorità, nonché ad adottare  i provvedimenti conseguenti in ordine al relativo trattamento economico.

                                                                                                
Roma 3 luglio 2014     

Raffaele Cantone